fbpx

Azioni – Gli azionisti di Nissan si schierano con l’ad Saikawa

Economy24 > Blog > News > Azioni – Gli azionisti di Nissan si schierano con l’ad Saikawa

Azioni - Nissan e le frizioni con Renault

 

 

Martedì, si terrà la riunione annuale della Nissan Motor, il meeting tratterà molti aspetti tra cui la perdita di fiducia verso il partner Renault. Ci si aspetta che gli azionisti si schiereranno con l'attuale amministratore delegati Hiroto Saikawa.

Il secondo più grande produttore automobilistico giapponese terrà la sua prima riunione annuale dopo l'estromissione dell'ex presidente Carlos Ghosn, al suo posto è stato nominato Saikawa, il quale pochi giorni dopo la sua elezione ha dovuto risolvere la controversia altamente pubblicizzata con il partner Renault riguardo le riforme aziendali di Nissan.

La Renault infatti, tramite una lettera inviata da Jean-Dominique Senard, presidente dell'azienda francese, ha chiesto che la riforma aziendale venisse immediatamente interrotta. L'azienda giapponese infatti, dopo l'arresto di Ghosn, travolto da uno scandalo di malversazioni, si è trovata a dover ricostruire la sua corporate governance.

L'idea, era quella di avviare un sistema di governance con 3 comitati : uno per le nomine, uno per la remunerazione e uno per la revisione contabile.

Il timore da parte di Renault infatti, sarebbe quello di perdere il potere acquisito nel Cda dell'azienda giapponese. L'azienda francese possiede il 43% e sarebbe quindi azionista di maggioranza.

Nella lettera, Senard ha giustificato la retromarcia sostenendo che il sistema dei tre comitati potrebbe essere utilizzato per ridurre l'influenza di Renault come più grande azionista di Nissan.

Molti, pensano che la priorità da dover imporre sarà quella di rafforzare l'alleanza dopo le frizioni dell'ultimo periodo. Anche Le Maire, ministro delle finanza francese, ha dichiarato che lo Stato francese, detenente del 15% di Renault, è disposto a scendere della propria quota per consolidare la partnership.

Renault, è di gran lunga più piccola delle due, detiene il 43% di Nissan dopo averla salvata dall'orlo della bancarotta nel 1999. Nissan possiede il 15% della società francese, ma senza diritto di voto. Anche questo aspetto, è stato a lungo fonte di attrito.

Ci sono ampie speculazioni riguardo la mossa di Senard, in tanti pensano sia stata una rappresaglia dopo che Nissan si era astenuta dall'approvare la fusione programmata di Renault con Fiat Chrysler Automobilies.

Queste tensioni, sono state in parte smorzate da Saikawa, accettando la richiesta di Renault. Ad oggi si pensa che il primo obiettivo del nuovo ad, sarebbe quello di rianimare la performance finanziaria di Nissan per poi gestire il rapporto con Renault.

Gli azionisti di entrambe le case automobilistiche hanno detto che il recente conflitto ha dissolto l'immagine di unità promossa dalle compagnie solo qualche mese fa, sollevando dei dubbi nei riguardi di Senard e Saikawa. In tanti non sono convinti che i due personaggi non siano i profili ideali per fortificare il legame tra le due aziende.

 

 

Pronto per altre informazioni?

Contattaci per ricevere maggiori informazioni sui mercati finanziari.

  • USD
  • EUR
  • GPB
  • AUD
  • JPY
  • bitcoinBitcoin(BTC)
    $8,737.630.00%
  • ethereumEthereum(ETH)
    $185.500.03%
  • rippleXRP(XRP)
    $0.271359-0.91%
  • tetherTether(USDT)
    $1.000.02%
  • bitcoin-cashBitcoin Cash(BCH)
    $286.580.07%
  • litecoinLitecoin(LTC)
    $60.97-1.43%
  • eosEOS(EOS)
    $3.44-0.61%

Ti potrebbero interessare anche

Incasso record per Alibaba durante il Singles’ Day
12 Novembre 2019By
Hong Kong regola la licenza degli scambi in criptovaluta
7 Novembre 2019By
La Cina non abolirà il mining di criptovalute
6 Novembre 2019By

Related Posts

Leave a Reply